In morte di Scalfaro – Il lavoro lo creano le imprese

Scalfaro: un’odio ingiustificato anche dopo la morte. Il Giornale e il PDL se la prendano con Bossi che nel ’94 fece cadere il governo. Fu la constatazione dell’esistenza in parlamento di un’altra maggioranza a indurre Scalfaro a non sciogliere le camere, malgrado la promessa di Berlusconi di un secondo settennato. Le regole, quelle della democrazia parlamentare, si rispettano finché ci sono.

Il lavoro lo creano le imprese: affermazione ovvia, ma pochi ne traggono le conseguenze. C’è una gara a chi dice più “no” pensando che sia meritorio, ma chiedendo ugualmente  la creazione di posti di lavoro. Dovremmo invece rendere interessante l’investimento delle imprese italiane e soprattutto di quelle estere  “offrendo – dice Penati su Repubblica – competenze, opportunità, innovazione, trasparenza nei rapporti con lo Stato, certezza del diritto, mercato dei capitali e sistema bancario efficienti, tasse più basse e anche flessibilità. Se alcune imprese estere, al momento, vogliono andar via è perché non trovano questi requisiti. Eppure “nel triennio 2008-10 – sempre Penati –  le società estere hanno investito in Germania, Francia, Spagna, ecc. L’Europa ha attratto 1138 Mld, gli Usa 686, l’Asia 1039, l’Italia soltanto 18 Mld”.

Un pensiero su “In morte di Scalfaro – Il lavoro lo creano le imprese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...