Miriamo a un nuovo compromesso tra capitalismo e democrazia

Il sociologo Franco Cassano vola alto, nega l’incapacità dei partiti a risolvere i problemi del paese (post precedente) con la tesi secondo la quale il capitalismo finanziario avrebbe privato la politica di ogni peso sulle grandi decisioni. La saldatura tra individualismo  e politica debole avrebbe consentito al liberismo di trionfare. Da alcuni anni il modello è in difficoltà: crisi economica, crollo dell’illusione dell’avanzamento sociale attraverso l’ascesa del singolo individuo. La meritocrazia può cooptare poche persone nelle aree forti della società. Si esce dalla crisi con un nuovo compromesso tra capitalismo e democrazia (leggi l’articolo).   Io direi che le tesi della responsabilità dei politici (per lo svuotamento della politica) e dei tecnici più capaci di governare restano valide. La strada indicata da Cassano per un nuovo compromesso capitalismo-democrazia è interessante. Servirebbe, per raggiungerlo, un accordo a livello mondiale per consentire alla politica di riprendere in mano la situazione con il controllo sui movimenti di capitale e il ristabilimento di un equilibrio tra libertà e uguaglianza. E’ un compito difficile quello di trasformare un’utopia in realtà. Intanto però cerchiamo di vivere bene il presente con i tecnici controllati dal parlamento. Senza il presente non si costruisce il futuro.

3 pensieri su “Miriamo a un nuovo compromesso tra capitalismo e democrazia

  1. Scusami, ma non posso lasciare senza commento le tue affermazioni, in omaggio alla pluralità delle opinioni.
    La libertà non può essere associata al Pil e l’uguaglianza al Pil pro-capite.
    Se volevi dire, nello spirito dell’articolo, che la libertà economica guarda molto al Pil, potrei essere d’accordo. Il Pil pro-capite è una media e non può essere un’indice dell’uguaglianza.

  2. Beh, nella storia molte utopie sono diventate con il tempo realtà ma questo è avvenuto quando si sono tenuti i piedi per terra facendo volare alto soltanto il pensiero, come penso tu dici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...