Il messaggio delle elezioni europee: risanare i bilanci con equità e crescita – Conferma dalle elezioni italiane (1° commento)

In Francia, in Grecia e anche in Germania chi governava ha perso le elezioni. Gli elettori non hanno punito coloro che hanno causato la crisi, ma quelli che ne hanno gestito i rimedi rimanendo con il cerino acceso in mano. Il Pd stia attento!  I rimedi d’altra parte non sono stati equi. In Italia, in particolare, i tagli e le tasse sono stati caricati sui piccoli e su chi le tasse le paga perché, a dirla con Monti,  “i grandi non si sa come colpirli”. Bisogna cambiare la linea economica: rendere più graduale il necessario risanamento per consentire il rilancio dell’economia, regolamentare i mercati finanziari (oggi la borsa probabilmente calerà), tassare in maniera progressiva e scovare gli evasori. In Grecia il sorpasso della sinistra radicale sul Pasok e il contemporaneo successo neonazista (come in Germania dopo la crisi del ’29), in Francia la vittoria di Hollande, in Italia il calo dei consensi verso Monti e le continue sconfitte della Merkel parlano chiaramente.

3 pensieri su “Il messaggio delle elezioni europee: risanare i bilanci con equità e crescita – Conferma dalle elezioni italiane (1° commento)

  1. I risultati delle elezioni amministrative italiane confermano quanto scritto ieri, tranne per il mancato calo della borsa la quale segue andamenti speculativi: dopo un periodo di calo ha necessità di salire – e ne trova le giustificazioni, questa volta Hollande conta di più della Grecia – per consentire agli speculatori di realizzare dei guadagni.
    In Italia è in corso un fenomeno politico analogo a quello del 1994: allora ci fu il crollo delle formazioni a destra dei Ds, oggi il crollo o il mancato successo di quelle a destra del Pd. All’epoca quello spazio politico fu occupato da Berlusconi, oggi rischia di esserlo da parte di Beppe Grillo.
    Ecco la necessità della correzione di rotta nella politica economica, come quella ieri delineata nell’articolo.
    L’elezione di Hollande può aiutare in questa direzione, ma non facciamoci molte illusioni perché i francesi sono nazionalisti e già pensano di proseguire con il direttorio con la Germania, sia pure su basi diverse.
    Non capisco se i mercati considerino la ingovernabile Grecia già fuori dall’euro, ma importanti per noi sono gli insegnamenti politici che dal caso greco derivano: stiamo attenti! la legge elettorale proporzionale, che si vorrebbe introdurre in Italia, ci porterebbero verso l’ingovernabilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...