Nuovi modelli di sviluppo, meglio un sistema politico-economico diverso – Sicurezza a Ceglie

Sia il sistema capitalista che il suo antagonista, quello comunista, hanno dimostrato i loro punti deboli. Nel secolo scorso era stato trovato un compromesso che sembrava aver eliminato gli aspetti negativi di entrambi, la socialdemocrazia. Essa però fu messa in crisi dalla globalizzazione. Oggi bisognerebbe pensare a nuovi modelli di sviluppo. L’invito lo rivolge il blog Cegliesi nel Mondo (clicca). Io penso che non basti un nuovo modello di sviluppo. Occorrerebbe immaginare un nuovo sistema politico ed economico. Chi ha delle idee le manifesti, ma questo dovrebbe essere il compito della sinistra in Italia e nel mondo.                                                                                       Intanto per ritornare ai problemi quotidiani, ieri al Consiglio Comunale di Ceglie sono stati presentati tre ordini del giorno sulla sicurezza (vai a leggerli)

3 pensieri su “Nuovi modelli di sviluppo, meglio un sistema politico-economico diverso – Sicurezza a Ceglie

  1. Io credo che, quando ci si trova davanti una crisi così duratura che fa saltare gli schemi conosciuti, si debbano cercare nuove strade. Di sicuro occorre agire in modo da non consumare definitivamente le risorse non rinnovabili senza aver posto in atto alternative. Gaia ritrova sempre il suo equilibrio senza guardare in faccia né dinosauri né umani: occorre tenerlo presente.

  2. Smemorato parla del modello di sviluppo verde. Per quanto riguarda un diverso sistema politico ed economico, completamente nuovo, nessuno credo sia in grado di tirar fuori un’idea. E il motivo è semplice. Esso può nascere soltanto da una graduale trasformazione del sistema esistente, della quale lo sviluppo verde è una componente. Si può cominciare dalle regole e provare a varare una governance globale. A metà degli anni ottanta il sistema subì già una trasformazione da sostanzialmente keynesiano a liberista. La crisi attuale coincide con il fallimento del liberismo.

  3. Pure io penso che inventarsi un modello teorico rischia di ripetere gli errori già commessi con altri. Conviene fare come gli inglesi e andare avanti con successivi aggiustamenti per arrivare a qualche cosa di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...