* * * * Belvedere Monterrone * * * *

Passabile il nome, fuori dal contesto lo stemma per l’immagine che rappresenta e per i materiali.                                                                                                                    Nel Belvedere del Centro Medievale sarebbe stato più adeguato lo stemma storico del tardo-medioevo, quello del quattrocento con le tre torri, adottato da Alfonso d’Aragona.  Anche la Minerva Galeata, presente su una moneta messapica e apposta in Piazza Plebiscito sui pali dell’illuminazione e sulla facciata del vecchio carcere, sarebbe stata adatta per ricordare le origini della nostra cittadina, magari denominando quella piazzetta Belvedere Kailìnon.                                                           Il marmo appare fuori luogo di per sé, per tipologia e colore. Meglio sarebbe stata la pietra di Trani opportunamente lavorata.                                                                  Questo stemma avrebbe potuto avere una giusta collocazione in una piazzetta rinascimentale.                                                                                                 Se il recupero del centro-storico parte con queste realizzazioni non ci siamo.

             15 giugno  – a richiesta, pubblico lo stemma del nostro Comune nel dopoguerra, ma ribadisco che per il Belvedere sarebbero stati più idonei le tre torri o la Minerva Galeata.

6 pensieri su “* * * * Belvedere Monterrone * * * *

  1. Quindi i lavori sono finiti? Giusto in tempo per la festa…sono curiosa di vedere l’effetto al mio rientro. Per ora non mi esprimo, ma, teoricmente, anche io avrei preferito un maggior richiamo ai tempi antichi che al “Rinascimento”…

  2. Questo fa parte del nuovo piano del colore e del nuovo piano di recupero.
    Sempre da ridire..a proposito 60mila euro buttati al vento..il 18 pagate l’imu il sindaco ne ha bisogno

  3. Intendiamoci, è tutto falso, ma anche al falso c’è un limite. Le case di Ceglie vecchia non sono del Medioevo ma ricostruite su impianto medievale. Non sappiamo quando quel simil-bastione sia stato eretto e quando Via Muri sia nata. Il pavimento forse era in terra battuta e così quello di Via Muri. Il breccione sarà venuto dopo. Già aver messo le basole è un falso storico, ma possiamo accettarlo. Il vero scandalo è la nobilitazione marmorea, è un pugno nell’occhio. Quella torre, per carità uguale a quella della piazza, è un altro falso storico. Propendo per la Minerva.

  4. Come richiesto, ho aggiornato l’articolo con l’inserimento dello stemma del nostro Comune, adottato dal dopoguerra e al quale si richiamano i loghi visibili in Piazza Plebiscito e, da ultimo, nella Piazzetta del Belvedere. Nel mio articolo sostengo per il Belvedere la tesi di uno degli stemmi storici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...