Rifiuti: aumentati i costi – Tumori: a quando lo studio? riflessi della situazione tarantina

Rifiuti a Ceglie – La situazione nelle campagne non è migliorata con l’avvento della nuova giunta. La vecchia amministrazione aveva dovuto avviare un nuovo sistema e in parte è scusata per i disservizi di allora, ma la nuova? Malgrado questo, i costi sono aumentati di circa 243.000 € per anno (*), come richiesto dalla delibera dell’Ato/Br2. E’ una conseguenza dei maggiori ritiri in campagna? … ma con quali risultati?  Una determina ha accolto questo aumento e non viene ancora revocata, malgrado Il consiglio comunale all’unanimità ne abbia chiesto il ritiro in autotutela. Si desidera chiarezza, la divulgazione della situazione costi e del piano dei ritiri.   (*) dato probabilmente eccessivo, vedi commenti

Patologie tumorali – Ce ne siamo dimenticati? A quando lo studio su Ceglie? Intanto il rapporto  (**)  , chiesto ai medici dal gip di Taranto sulla situazione epidemiologica in quella città, si basa sui  “possono”, cioè sul dubbio, come ha fatto rilevare lo scrittore Mario Desiati. E nel dubbio, il rischio dell’assoluzione incombe, l’Ilva sarà meno indotta a porre rimedio e noi potremmo continuare a ricevere, con i venti da Ovest e Sud-Ovest, l’inquinamento tarantino. Il dubbio è lecito fino a quando lo studio invocato non dovesse dimostrare l’origine autocotona delle nostre patologie. (** …le malattie… che possono essere associate… leggi  2° capoverso pag 206  del Rapporto)